Il MiBACT ha firmato una convenzione con la Confederazione dell’Oratorio di San Filippo Neri che sancisce il passaggio e la gestione  al Ministero dell’intero Complesso del Monumento nazionale Oratoriano dei Girolamini di Napoli
 


Immagine della Biblioteca

Il Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo ha firmato oggi una convenzione con la Confederazione dell’Oratorio di San Filippo Neri che sancisce il passaggio e la gestione, dopo le vicende giudiziarie, al Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo dell’intero Complesso del Monumento nazionale Oratoriano dei Girolamini di Napoli, ivi compresa la Biblioteca.
Il Ministero assume la custodia e la gestione diretta dei beni mobili e immobili che costituiscono il Monumento nazionale.
Alla Confederazione viene affidata la gestione autonoma dei beni e l’uso esclusivo degli spazi funzionali all’esercizio di culto e alla vita privata ed ecclesiastica, prevedendo, comunque, l’inserimento della Chiesa nel circuito di valorizzazione museale del Complesso, che farà parte del Polo museale napoletano.
Il Ministro Bray ha espresso grande soddisfazione per il raggiungimento di questo accordo e ha annunciato che, oltre ai primi interventi già attuati di conservazione, restauro dell’immobile e di riordino del patrimonio librario, il Ministero è impegnato nella più generale e ampia attività di progettazione e di ristrutturazione completa del Monumento per una somma pari a circa 10 milioni di euro relativa a fondi europei POR e POIN. A giorni, partirà anche il bando pubblico per la bonifica dei volumi,finanziata con fondi ministeriali.
Con la firma di oggi si apre un nuovo capitolo nella storia del Complesso Oratoriano che restituirà alla città di Napoli e al mondo intero uno dei capolavori dell’Arte e della Cultura italiana.

Vedi anche:
http://www.beniculturali.it/mibac/export/MiBAC/sito-MiBAC/Contenuti/MibacUnif/Comunicati/visualizza_asset.html_1478484945.html

Roma, 18 ottobre 2013

Ufficio Stampa MiBACT
Tel. 06.67232261/2