Si rinnova il 5 ottobre l'appuntamento con l'apertura straordinaria di quei Luoghi della Cultura scritta - Biblioteche pubbliche, Archivi di Stato e Soprintendenze archivistiche insieme con alcuni Istituti specifici - che ospitano la conoscenza: da mattino a sera (ore 10-20) i monumenti del sapere resteranno aperti sia per presentare beni e tesori, sia per ospitare incontri, visite, reading o laboratori


Logo
E' dedicato alle bellezze letterarie, scritte e conservate in Biblioteche, Archivi di Stato e Soprintendenze archivistiche ma anche negli Istituti specifici quali il Centro per il libro e la lettura - CEPELL, l'Istituto per il catalogo unico - ICCU, l'Istituto centrale per i beni sonori e audiovisivi - ICBSA, l'Istituto centrale per il restauro e la Conservazione del patrimonio Archivistico e Librario - ICRPAL: torna la prima settimana di ottobre l'appuntamento con Domenica di Carta 2014.
Protagoniste le Biblioteche pubbliche statali e le loro preziose raccolte, veri scrigni del sapere da aprire e consultare per studio o per curiosità. Strumento di conoscenza profonda, la lettura, con tante vite e tante identità, ritrova la sua voce attraverso le parole dei poeti o quelle degli attori, nella musica e nella scrittura: dunque reading, messe in scena ed incontri ma anche visite guidate e mostre, eventi e laboratori a misura di bambini e ragazzi, oppure organizzati ad hoc per semplici cittadini e curiosi letterati. Molte le occasioni per rendere ancora più avvincente il viaggio nel cuore della cultura che ha fatto grande il nostro Paese.
La manifestazione è promossa dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo per valorizzare non solo i musei con le statue e i dipinti, le aree archeologiche dei reperti preziosi, ma anche i monumenti di carta, patrimonio altrettanto imponente e ricco, conservato negli archivi e nelle biblioteche.
Dunque una rete di 46 Biblioteche pubbliche statali e di 135 Archivi di Stato (vedi elenco) che offrono un’occasione speciale per visitare anche i palazzi e gli edifici di grande pregio architettonico – gioielli di solito riservati a manoscritti, documenti, pergamene, libri, giornali, riviste, ma anche disegni, stampe, fotografie, carte geografiche, incisioni e pezzi di grande rarità.
 
 
Per l'elenco completo degli appuntamenti:
http://www.beniculturali.it/mibac/export/MiBAC/sito-MiBAC/Contenuti/MibacUnif/Eventi/visualizza_asset.html_977469543.html



Documenti