Alla Biblioteca Angelica di Roma sono stati consegnati i Premi Nazionali per la Traduzione. Per la X edizione, il riconoscimento è stato dedicato all'impegno per il superamento delle barriere linguistiche e culturali nel lavoro dei Traduttori ed Editori italiani e stranieri. Un'edizione speciale, nel ricordo del prof. Tullio De Mauro, presieduta da Rossana Rummo - direttore generale biblioteche e istituti culturali


Il 14 febbraio 2017 alle ore 10.00 sono stati conferiti presso il salone vanvitelliano della Biblioteca Angelica in Roma, alla presenza del Sottosegretario di Stato, On.le Antimo Cesaro,  i Premi Nazionali per la Traduzione, istituiti dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, destinati a Traduttori ed Editori italiani e stranieri che abbiano contribuito, con pubblicazioni edite, alla diffusione della cultura italiana all’estero e della cultura straniera nel nostro Paese. I Premi, riferiti all’Edizione 2016, sono stati attribuiti su parere dell’apposita Commissione, presieduta dal Prof. Franco Buffoni. Della Commissione fanno parte, in qualità di esperti, i Professori: Maria Cristina Assumma, Michele Bernardini, Franco Buffoni, Riccardo Campa, Daria Galateria, Matilde Mastrangelo, Camilla Miglio, Paola Maria Minucci e Claudia Scandura.

Sono stati noltre conferiti due Premi Straordinari alla carriera per la Traduzione, istituiti con D.M. 260 del 18 maggio 2016: un Premio alla carriera ad un traduttore in italiano dalla lingua persiana ed un Premio alla carriera ad un traduttore in arabo dalla lingua italiana.

I premi sono così attribuiti:

Quattro Premi maggiori a:
Ada Vigliani, per l’eccellenza delle opere di traduzione di autori tedeschi difficili da rendere in italiano, quali ad esempio W.G. Sebald.
Anna Jampol’skaja (Russia), per le straordinarie qualità di linguista e soprattutto di italianista di grande caratura ed esperienza.
Casa Editrice Marcos Y Marcos, per la particolare attenzione ad autori di lingua  turca e russa, molti dei quali pubblicati in Italia per la prima volta.
Casa Editrice Nha Nam (Vietnam), per aver pubblicato opere di Alberto Moravia, Italo Calvino e Gianrico Carofiglio.

Quattro Premi speciali a:
Paola Ferretti, per la sua attività di traduzione di autori russi comunemente giudicati minori e dunque poco noti in Italia.
Elio Pandolfi, per l’immenso numero di lavori di doppiaggio eseguiti nel corso della sua  vita.
Gašper Malej (Slovenia), autore di numerosissime traduzioni dall’italiano in sloveno ma anche poeta e pubblicista.
Casa Editrice Quodlibet, per l’eccellenza delle opere di traduzione impeccabili per livello qualitativo e per l’assoluta coerenza del catalogo presentato.

Due Premi Straordinari alla carriera a:
Anna Vanzan, traduttrice dal persiano in italiano.
Naglaa Gameleldin Soliman Waly, traduttrice dall’italiano in arabo.

La Direzione generale biblioteche e istituti culturali ha assegnato € 10.000,00 ad ognuno dei Premi Maggiori, € 7.058,25 ad ognuno dei Premi Speciali e € 10.000,00 ad ognuno dei Premi Straordinari alla carriera.

La X Edizione del Premio ha reso omaggio al prof. Tullio De Mauro, con una speciale prolusione del prof. Claudio Marazzini - Presidente dell’Accademia della Crusca, sulla figura e sull’opera dell’esimio filologo recentemente scomparso.

Premiazione del 14 febbraio 2017

 




Documenti
Comunicato stampa
(documento in formato pdf, peso 197Kb)
Invito
(documento in formato pdf, peso 814Kb)