NORMATIVA ITALIANA

 

Legislazione generale

Nonostante in costituzione manchi un esplicito riferimento al diritto d'autore, il fondamento di tale istituto giuridico si rinviene in alcuni principi cardine della stessa. Primo tra tutti l'art. 2 che sancisce il riconoscimento e la garanzia dei diritti inviolabili dell'uomo da parte della Repubblica. Tra questi diritti, fondamentale, è il diritto-dovere al lavoro (art.4), tutelato in tutte le sue forme ed applicazioni (art. 35). Il diritto d'autore mira alla protezione delle opere d'ingegno, a loro volta espressione del lavoro intellettuale. Il riconoscimento in capo all'autore originario di diritti morali e patrimoniali fornisce allo stesso un incentivo alla creazione e alla diffusione dell'opera. Tuttavia è necessario un bilanciamento tra il diritto del singolo a godere dei frutti delle proprie opere e il diritto della collettività a godere dei benefici dell'ingegno umano. A tal proposito gli artt. 9, 33, 21, si pongono come limiti al diritto d'autore, essendo consentite una serie di utilizzazioni dell'opera per finalità didattica-divulgativa e di ricerca, nonchè la libertà di manifestazione del pensiero, anche quando questo riguardi conoscenze e informazioni altrui fatte lecitamente proprie.

Legislazione  Speciale

NORMATIVA EUROPEA

NORMATIVA INTERNAZIONALE

 




Documenti



Contenuti correlati